Quando andare in Costiera Amalfitana
18 Feb

Quando andare in Costiera Amalfitana

Composta da 13 comuni, la Costiera Amalfitana prende il nome dalla città di Amalfi e ha una lunghezza di circa 55 chilometri. E’ un tratto di costa rinomato in tutto il mondo per via degli scenari incantevoli e dell’atmosfera magica che l’avvolge. Le località più note e frequentate di Positano, Amalfi, Maiori, Minori e Ravello si alternano a una natura in parte ancora selvaggia e incontaminata. L’Unesco ha premiato i paesaggi incantevoli della Costiera con il riconoscimento di Patrimonio dell'Umanità, un titolo ampiamente meritato.

Benché la Costiera Amalfitana sia stupenda tutto l’anno, ci sono dei periodi in cui riesce a rendere ancora di più, regalando ai suoi turisti uno spettacolo unico e indimenticabile. I mesi ideali in cui visitare questi luoghi sono quelli primaverili di aprile e maggio e quelli autunnali di settembre e ottobre.

In primavera, la Costiera fiorisce infatti in tutto il suo splendore, con un’esplosione di colori, profumi e sapori che non può non conquistare i sensi dei turisti. Camminando per le vie di Amalfi si riuscirà a sentire il profumo dei fiori d’arancio, avvolti da tonalità cromatiche vivaci e luminose. In questo periodo, i paesaggi della Costiera sembrano usciti dalla tavolozza di un pittore e il clima è sufficientemente mite per consentire di godersi una vacanza ottimale. Inoltre, in primavera non c’è ancora l’enorme affluenza che si registra invece nei mesi estivi, quando la Costiera Amalfitana attira milioni di turisti da ogni parte del mondo.

Luglio e agosto non si presentano quindi come i mesi più ospitali per un soggiorno in Costiera, a causa delle temperature molto elevate, della situazione caotica e dei prezzi proibitivi. Tuttavia, se amate il divertimento e la vita mondana, l’estate è il periodo migliore per soddisfare le vostre esigenze. Proprio grazie al grande afflusso di turisti, le località della Costiera organizzano il maggior numero di eventi possibili, sia diurni che notturni. Feste, sagre, festival musicali e concerti riempiono il calendario di giugno, luglio e agosto, proponendo un’offerta di vario genere.

Anche i primi mesi autunnali rappresentano un’ottima scelta per recarsi in Costiera Amalfitana. A settembre è ancora possibile godere di spiagge e sole, con il vantaggio di trovare temperature meno elevate e posti meno affollati. Ad ottobre è forse tardi per concedersi un tuffo al mare, ma la Costiera offre comunque scenari da sogno, con i suggestivi colori autunnali che cominciano a fare capolino.

Se avete un animo romantico, potrete forse predilige il "mare d’inverno", con le onde che s’infrangono sugli scogli e arrivano a lambire le balconate delle case. Tenete tuttavia presente che in inverno le località della costa si chiudono in letargo e la maggior parte di locali e ristoranti abbassa le saracinesche.