Cosa vedere a Siena e provincia
28 Oct

Cosa vedere a Siena e provincia

Ci sono così tante cose da vedere a Siena e in provincia, che elencarle tutte è quasi impossibile. Ci possiamo però provare partendo dallo splendido capoluogo, relativamente piccolo con i suoi 52.000 abitanti scarsi, ma ricco di un patrimonio storico, artistico e architettonico di inestimabile pregio.

Il fulcro di Siena è naturalmente Piazza del Campo, rinomata nel mondo per la sua particolare e originalissima forma a conchiglia, nonché per essere il “campo di gara” del celebre Palio. Piazza del Campo è l’ideale punto di partenza per un itinerario tra le meraviglie della città. Dopo aver visitato il Palazzo Comunale, che ospita al suo interno numerose opere d’arte conservate nel Museo Civico, e la famosa Torre del Mangia del XIV secolo, si può proseguire per il Duomo, con il suo bellissimo Battistero, per poi visitare il Museo dell’Opera Metropolitana situato al fianco della Cattedrale.
 
Altri luoghi di grande interesse da vedere a Siena sono la Chiesa di Santa Maria della Scala, Palazzo Tolomei, il più antico della città visto che risale al XIII secolo, lo splendido Santuario di Santa Caterina e infine la Basilica di San Domenico, edificata tra il 1226 e il 1265, a ridosso della quale sorge l’antica Fonte Branda, utilizzata in passato come fonte di approvvigionamento per l’acqua della città. Data l’esigua superficie del centro storico di Siena, le sue principali attrazioni turistiche sono tutte limitrofe e visitabili anche in una sola giornata.
 
Decisamente notevoli sono anche i dintorni di Siena, con i borghi caratteristici del Chianti, della Val D’Orcia e delle Crete Senesi. Al contrario del capoluogo, però, la provincia di Siena è piuttosto ampia e per visitarla al meglio richiede un soggiorno di almeno una settimana.
 
Da non perdere c’è soprattutto il borgo di Monteriggioni, raro esempio di architettura militare del medioevo, che ha conservato intatta la cerchia delle mura e alcuni edifici interni, ora trasformati in locali destinati all'ospitalità verso i turisti. Bellissima anche Colle di Val d’Elsa, arroccata su di un antico poggio, con la suggestiva Via del Castello a cui si accede da un arco ricavato nel Palazzo Campania, e la magnifica piazza Duomo che ospita il Palazzo Pretorio, il Duomo in stile barocco e il trecentesco Palazzo dei Priori. Chiudiamo segnalando l’interessante cittadina di Poggibonsi e, ultima ma non meno importante, l’eccezionale San Gimignano, splendido esempio di architettura e urbanistica medievale toscana, arrivata quasi intatta fino a noi e per questo premiata con il riconoscimento di patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.