Rosso di Sicilia, terra del fuoco, del sole e delle arance
01 Aug

Rosso di Sicilia, terra del fuoco, del sole e delle arance

Di tutti i colori dello spettro fotometrico, il rosso è sicuramente quello più adatto per descrivere la Sicilia. Patria del pomodoro di Pachino e delle celeberrime arance rosse, quest’isola del Mediterraneo non potrebbe essere associata a un colore diverso da questo.

Rossi sono i pomodori, frutti ricchi di licopene e antocianine che, soprattutto cotti nella salsa di pomodoro, sono un elemento fondamentale nella prevenzione dei tumori, grazie alle loro proprietà antiossidanti e antiradicali liberi. Entrambi aiutano il drenaggio e la circolazione vascolare e linfatica. La salsa di pomodoro, grande protagonista di quasi tutti i piatti principali della cucina siciliana e della dieta mediterranea, è una vera meraviglia: il pomodoro cotto, l'olio d'oliva extravergine e il basilico sono praticamente un "elisir di lunga vita"!

I pomodori, i peperoni rossi, i peperoncini, le rape rosse e i ravanelli, ma soprattutto le arance rosse tipiche della piana di Catania, sono alimenti caratteristici della Sicilia e non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole. Le sostanze che determinano il colore rosso di questi alimenti stimolano il metabolismo e riattivano tutte le funzioni dell'ultimo tratto intestinale, facilitando l'eliminazione delle scorie e portando una scarica di energia alle ghiandole surrenali. Si tratta di alimenti ricchi di ferro da consumare quando ci si sente affaticati e giù di corda.

Altri alimenti rossi tipici della Sicilia sono il Gambero rosso, pescato lungo tutti i mari dello stretto, a cui a breve verrà riconosciuto il marchio DOP e l’Aglio rosso di Nubia, una varietà di aglio coltivata nella provincia di Trapani, caratterizzata dall'intenso colore rosso porpora delle tuniche dei suoi bulbilli.

Anche la natura si adegua al rosso che contraddistingue i prodotti alimentari della Sicilia: è spesso chiamata l'Isola del sole perché registra il numero di ore di sole al giorno più alto di tutta l’Europa, con una media annua di 7,3 ore di sole al giorno. Il mese più cupo fa segnare una media di irraggiamento giornaliero sempre superiore a 4 ore, mentre il mese più soleggiato arriva addirittura a 11 ore.

Da non dimenticare, infine, la presenza dell’Etna, vulcano attivo terrestre più alto della Placca euroasiatica, che con le sue eruzioni di lava e lapilli ci ricorda che il rosso è anche il colore del fuoco e della passione.

Articolo realizzato grazie alla consulenza della dottoressa Maria Angela Villani.