Roma, la Città Eterna, ospiterà la sua prima Ryder Cup nel 2022
11 Jan

Roma, la Città Eterna, ospiterà la sua prima Ryder Cup nel 2022

L’edizione 2022 della Ryder Cup, gara di golf maschile biennale tra squadre provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti, sarà ospitata a Roma, la città eterna: è la prima volta nella storia che l’Italia ha l’opportunità di fare da chaperon a questa favolosa competizione. 

La Ryder Cup si terrà al Marco Simone Golf & Country Club, a soli 17 chilometri dal centro di Roma, e l’annuncio storico è stato dato prima di Natale.

Quattro nazioni - Austria, Germania, Italia e Spagna - hanno partecipato al complesso processo di selezione atto a identificare il Paese più qualificato a seguire il Minnesota il prossimo anno, la Francia nel 2018 e il Wisconsin nel 2020 come “casa” della gara biennale. 

L’obiettivo del processo era quello di consentire a Ryder Cup Europe di prendere una decisione corretta per l’edizione 2022, sia in termini commerciali che di accoglienza.

I criteri sui quali il Comitato di valutazione ha giudicato i candidati sono stati cinque:

  • Dimostrabile autorità governativa, politica, istituzionale e sportiva a sostegno della comunità del golf
  • Impegno nello sviluppo di un’area di classe mondiale in grado di ospitare la Ryder Cup
  • Fornitura di strutture ausiliarie, di accesso adeguato e di infrastrutture commisurata alla messa in scena di un evento sportivo internazionale, oltre che vicinanza con una grande città internazionale
  • Opportunità commerciali disponibili per Ryder Cup
  • Contributo del Paese candidato allo sviluppo del golf, al gioco professionale, all’integrazione del gold all’interno del turismo e degli affari, allo sviluppo dei livelli di partecipazione al golf di tutti i livelli, al contributo alla Ryder Cup

L’offerta italiana si è sempre dimostrata all’altezza in tutti i criteri valutati e, in particolare, per quanto riguarda l’impegno a intraprendere una completa ricostruzione del campo da golf di Marco Simone in modo da garantire i più elevati standard richiesti in Europa dalla Ryder Cup. Oltre a ciò, l’Italia ha preso un impegno significativo per l’Open italiano in termini di garanzia di montepremi per il campionato (7 milioni di euro) per 11 anni a partire dal 2017. 

Il commissario dell’European Tour, Keith Pelley, è soddisfatto e commenta: “Vorrei congratularmi con l’Italia la cui audace e ambiziosa offerta le ha permesso di diventare la nazione ospitante per la Ryder Cup 2022. La storia ha dimostrato più volte che questa competizione è teatro puro per i giocatori, e non c’è dubbio che la città eterna di Roma fornirà una splendida cornice per una delle più grandi gare di golf del mondo. Con Parigi nel 2018 e ora Roma nel 2022 il fascino magico della Ryder Cup è destinato a continuare”.