Parco Archeologico di Selinunte, il più grande d’Europa
13 Dec

Parco Archeologico di Selinunte, il più grande d’Europa

Nel territorio comunale di Castelvetrano, sulla costa sud-occidentale della Sicilia, sorge il meraviglioso Parco Archeologico di Selinunte, che contiene i ruderi dell’omonima città greca fondata nel 650 AC e distrutta dai Cartaginesi nel 409 AC. Istituito nel 1993, il Parco ha un’estensione di ben 270 ettari ed è considerato il più ampio ed imponente d’Europa. Ogni anno, in qualsiasi stagione, giungono al Parco Archeologico di Selinunte decine di migliaia di visitatori da tutto il mondo per ammirare i resti dell’antica città.

La zona archeologica è suddivisa in diverse aree: la collina Gaggera, l’acropoli, la collina Mannuzza, la collina orientale e le necropoli. L'itinerario turistico di Selinunte prevede innanzitutto la visita al grandioso Tempio G, sulla collina orientale, dedicato probabilmente al dio Apollo: lungo poco meno di 115 metri, largo 55 e alto 30, è il più grande di Selinunte e uno dei maggiori del mondo greco. Non meno maestosi i templi E ed F, in stile dorico, consacrati il primo ad Hera e il secondo ad Atena e Dioniso. Sulla collina occidentale, denominata Gaggera, si collocano invece il santuario della Malophoros, così chiamato per le piccole statue sacrali femminili raffigurate con un melograno, e il tempio M.

Presso la costa, lievemente spostata verso ovest, sorge l’impareggiabile acropoli, nella quale si trovano 4 templi: il tempio D, il tempio C, il tempio A, il tempio O. Il tempio C è il più antico, risale al 580 AC ed è facilmente riconoscibile per la fila di 14 colonne, sulle 17 originarie, che furono ricomposte e rialzate durante i lavori effettuati tra il 1925 e il 1927. Anch’esso si suppone dedicato al dio Apollo.

Infine le necropoli selinuntine, in cui sono stati ritrovati migliaia di oggetti, tra vasi greci, statuette di terracotta e suppellettili di ogni tipo. Pipio Bresciana e Manicalunga Timpone Nero è l’area più estesa e, vista la lontananza dal centro della città, non è ancora chiaro se facesse effettivamente parte della necropoli di Selinunte o di un'altra area. Al suo interno sono state trovate anfore e pithoi che testimoniano l’uso del rito della cremazione. I sarcofagi sono in terracotta o in tufo.

Il Parco Archeologico di Selinunte è visitabile tutti i giorni dalle ore 9:00 alle 19:00, tranne la domenica e i giorni festivi quando la chiusura viene anticipata alle 13:30. La biglietteria chiude alle ore 18:00 nei feriali e alle 12:30 nei festivi. Nel periodo in cui vige l’ora solare, la chiusura nei giorni feriali è anticipata alle ore 17:00 e la biglietteria chiude alle 16:00. Il costo del biglietto d’ingresso è di 6 euro (ridotto 3 euro).