Il Made in Italy parte del prossimo Museo Yves Saint Laurent
02 Oct

Il Made in Italy parte del prossimo Museo Yves Saint Laurent

Il Made in Italy giocherà un ruolo molto importante nel prossimo Museo di Parigi – e non di un museo qualsiasi, ma del Museo Yves Saint Laurent, dedicato a uno dei più influenti stilisti del ventesimo secolo.

Il museo si collocherà nello storico palazzo di Avenue Marceau, dove a partire dal 1974 lo stilista ha gestito la sua famosa casa di moda, ideato le sue creazioni e raccolto oltre 700 opere d’arte, tra cui dipinti di Picasso, Matisse e Van Gogh. Nel 2002, il palazzo è divenuto sede della Fondazione e da domani si trasformerà ufficialmente in un museo.

Il Museo Yves Saint Laurent ospiterà ed esporrà quarant’anni di creazioni, dalle origini sino all’ultimo periodo del marchio di moda: un’impressionante collezione attualmente posseduta dalla Fondazione Pierre Bergé-Yves Saint Laurent e comprensiva di circa 5000 modelli.

Ma che dire del Made in Italy in relazione al Museo Yves Saint Laurent? Per proteggere le più importanti collezioni visibili al pubblico, la direzione del museo ha scelto la società milanese Goppion, specializzata nella produzione di vetrine high-tech. Le soluzioni Gappion sono già diventate celebri per il loro utilizzo in altre situazioni e ambienti cosiddetti “critici”.

L’azienda italiana è stata coinvolta nella progettazione e nella realizzazione di vetrine classiche, vetrine a tutt’altezza e vetrine da banco che avranno il compito di proteggere le opere più sensibili e importanti di Yves Saint Laurent. La soluzione offerta da Goppion assicura, secondo l’azienda, “stabilità strutturale e climatica” alla preziosa collezione di vestiti, accessori, tessuti, documenti e miriadi di oggetti preziosi e delicati.