Mozzarella di Bufala campana, la regina dei latticini
02 Sep

Mozzarella di Bufala campana, la regina dei latticini

La Mozzarella di Bufala è un prodotto caseario tipico dell’Italia Meridionale, originario tradizionalmente della regione Campania. La produzione di questo formaggio ha luogo prevalentemente nelle province di Caserta e Salerno, ma si estende anche ad alcune zone del Lazio meridionale e della Puglia.

La Mozzarella di Bufala Campana DOP si caratterizza come formaggio fresco a pasta filata. E’ prodotta esclusivamente con latte di bufala proveniente dalla zona di origine ed è realizzata con un processo tecnologico tradizionale e riconosciuto.

Questo latticino ha ottenuto l’iscrizione nell’albo comunitario dei prodotti a Denominazione di Origine Protetta nel 1996. Il latte di bufala ha una composizione diversa da quella di altre specie animali utilizzate per la produzione di formaggio; rispetto a quello di vacca e pecora, ad esempio, è più ricco di proteine e soprattutto di calcio totale. Deve essere consegnato al caseificio entro 12 ore dalla mungitura e trasportato in recipienti che non ne modificano le caratteristiche organolettiche. Prima di lavorarlo, inoltre, il latte viene filtrato affinché vengano rimosse tutte le impurità. Seguono poi il processo di coagulazione del latte, di rottura e maturazione della cagliata, di filatura, di formatura della mozzarella e di salatura.

La Mozzarella di Bufala campana è un formaggio facilmente digeribile, con un ridotto contenuto di lattosio e di colesterolo. E’ un’ottima fonte di proteine, a cui si accompagnano invece un moderato apporto di grassi e una presenza notevolmente bassa di sodio. Questo la rende preferibile ad altre tipologie di mozzarella o di latticini, nonché molto indicata per vari tipi di dieta.

La Mozzarella di Bufala campana è un alimento "vivo", composto solamente da prodotti naturali quali latte, sale e caglio; in essa non c'è alcun conservante.

Nell’ultima fase di produzione viene immersa in "acqua di filatura", a cui vengono aggiunti sale e siero diluito, ed è in questo liquido che dev’essere mantenuta fino alla consumazione. Va conservata in un luogo fresco; l’ideale sarebbe lasciarla nella busta integra e immergerla in acqua fredda o tiepida a seconda della stagione. Trattandosi di un prodotto fresco, comunque, prima viene mangiata e meglio è!

Questo prodotto è ottimo da consumare a crudo ma può ovviamente anche essere utilizzato in cucina. Le ricette che vedono impiegata la Mozzarella di Bufala campana sono le più disparate, vanno dalla pizza alla parmigiana di melanzane, passando per i primi e la mozzarella fritta.