“Floating Piers” di Christo: camminare sulle acque del Lago d’Iseo
29 Feb

“Floating Piers” di Christo: camminare sulle acque del Lago d’Iseo

L’artista bulgaro Christo ha molti, molti programmi in mente: “Ho compiuto 80 anni nel 2015, e ora mi piace fare le cose in modo molto veloce”, ha dichiarato all’apertura della sua mostra alla Galerie Gmurzynska a St. Moritz, dove gli schizzi di Floating Piers potranno essere ammirati fino al prossimo 30 marzo.

I pontili galleggianti, nella pratica, saranno però un capolavoro tutto italiano: in coincidenza col solstizio d’estate sul Lago d’Iseo, l’opera verrà realizzata con 70mila metri quadrati di tessuto giallo a formare una passerella di tre chilometri sulle acque, da Sulzano a Monte Isola e poi all’isolotto di San Paolo. 

Il critico e curatore Germano Celant, direttore artistico della Fondazione Prada, ha collaborato con Christo perché il suo primo progetto in Italia da 40 anni a questa parte prendesse vita. 

Artista ambientale autoproclamato, per assenza di migliori definizioni, Christo aveva rallentato di molto il suo lavoro dopo la morte della moglie e collaboratrice artistica Jeanne-Claude, avvenuta nel 2009, ma ora sembra ripartito di slancio e Floating Piers verrà inaugurato il prossimo 18 giugno. 

Una performance ambientale incredibile che lascerà residenti e turisti a bocca aperta.

Floating Piers venne inizialmente concettualizzato all’inizio degli anni Settanta, ma non riuscì ad ottenere le dovute autorizzazioni né a Rio de la Plata, in Argentina, né a Tokyo Bay. 

Fortunatamente per gli italiani e per gli amanti del Belpaese, la medesima autorizzazione è stata invece concessa per il lago d’Iseo. 

Christo definisce il suo progetto “una passeggiata sull’acqua”: Floating Piers comprende 220,000 cubi galleggianti calibrati e avvolti nel tessuto, che creeranno un vero e proprio passaggio pedonale tra Monte Isola fino alla terraferma. Una sorta di “ponte” (che normalmente non esiste affatto), dove residenti e turisti potranno passeggiare per un chilometro e mezzo. 

Secondo Christo, i suoi progetti “non sono cose impossibili, sono tecnicamente molto semplici, non sono elettronici ma manuali, ed è lì che cominciano le difficoltà. La parte più grande è mettere insieme le persone perché questi progetti possono essere realizzati solo da gruppi enormi, che includono avvocati e ingegneri e costruttori. Anche quando l’installazione è compita, abbiamo bisogno di 600 lavoratori non qualificati per installare il tessuto”.

Il Lago d’Iseo avrà dunque un’ouverture d’estate sorprendente. Perché non programmare una bella vacanza di lusso nella zona e godere appieno, e di prima mano, di Floating Piers?

Date un’occhiata alle nostre ville di lusso in affitto.

Immagine: Christo, The Floating Piers (2014), da Galerie Gmurzynska.