Addio Marta Marzotto. La celebre stilista italiana è morta a 85 anni
08 Aug

Addio Marta Marzotto. La celebre stilista italiana è morta a 85 anni

Marta Marzotto è morta a Milano, all’età di 85 anni, la scorsa settimana. La designer di gioielli, ex modella e contessa era considerata come una delle personalità più importanti d’Italia. Il suo funerale si è tenuto a Milano lo scorso lunedì, alla presenza della famiglia e di numerose celebrità.

La Marzotto è deceduta dopo una breve malattia, secondo la nipote Beatrice Borromeo che ha annunciato la notizia su Twitter. Il figlio di Marta, Matteo, ha dichiarato alla stampa che la madre è rimasta serena e giocosa fino alla fine, in perfetto accorto con il suo temperamento vivace che l’aveva resa celebre in Italia e all’estero. 

Dopo aver sposato Umberto Marzotto negli anni cinquanta, Marta ha subito iniziato a lavorare nel settore tessile, sia come modella che come designer una linea di abbigliamento nei grandi magazzini Standa. 

Negli anni Sessanta, la Marzotto divenne la musa del celebre pittore Renato Gattuso. Era particolarmente conosciuta per i party scintillanti che teneva nella sua casa di Portogruaro, e per la sua personalità vivace, per i suoi audaci indumenti, colorati e sontuosi, per gli accattivanti accessori e gioielli.

Amante della vita e del lusso, possedeva case di proprietà nelle location più apprezzate in Italia e nel mondo: Cortina d’Ampezzo, sulle Alpi, Roma, Sardegna, Milano e Marrakesh, in Marocco.

I suoi ospiti non includevano solamente la nobiltà italiana, ma anche leader politici di livello internazionale. Tra le sue conoscenze, si annoveravano i Nixon e i Kennedy, ma anche stilisti del calibro di Roberto Cavalli e Giorgio Armani.

C’era anche un lato più intellettuale di Marta Marzotto, come testimoniato dalla sua amicizia con numerosi scienziati, imprenditori e persino presidenti. La sua mente era versatile e vivace.

Il figlio di più giovane di Marta, l’imprenditore Matteo Marzotto, commenta: “Mia madre aveva progetti, sempre e ovunque. Aveva fame di esperienze”.

Raccontando la sua vita, la Marzotto scrisse: “E’ alla guerra e alle bombe che devo la mia sete di vita e di allegria, il mio coraggio, la voglia di realizzare i miei sogni, e di cercarli ovunque, di inseguirli anche lontano, di viaggiare per il mondo, per possederlo”.

Le sopravvivono quattro dei suoi figli. Il più giovane, il già citato Matteo, è ex presidente del brand Valentino e attualmente del polo fieristico di Vicenza.