Acciaroli, in Italia, custodisce il segreto della longevità
12 Sep

Acciaroli, in Italia, custodisce il segreto della longevità

Gli scienziati potrebbero avere individuato la chiave per la longevità in un piccolo villaggio italiano chiamato Acciaroli, dove una persona su dieci raggiunge e supera i cento anni di età.

Secondo il team di ricercatori, che ha trascorso gli ultimi sei mesi a individuare il motivo per cui questo borgo nella penisola del Cilento, a sud di Napoli e della celebre Costiera Amalfitana, sembri essere la patria di tanti centenari, la dieta mediterranea potrebbe essere uno dei fattori più importanti.

Gli scienziati hanno scoperto che, ad Acciaroli, gli anziani vantano una circolazione sanguigna insolitamente buona – il che, in pratica, significa che il loro corpo assorbe in modo efficiente tutte le sostanze nutritive e, altrettanto valido, espelle i prodotti di scarto attraverso i capillari.

Il team di ricerca che si è concentrato su Acciaroli come mecca per una vita lunga e sana arriva da due università: La Sapienza di Roma e la San Diego School of Medicine, negli Stati Uniti. I membri della squadra hanno analizzato campioni di sangue prelevati da oltre ottanta residenti, scoprendo un livello assai basso di ADM, un ormone noto per provocare un ampliamento dei vasi sanguigni con conseguenti problemi circolatori.

I ricercatori hanno affermato che questo ormone, “in quantità così ridotta nei soggetti studiati sembra agire come potente fattore di protezione, aiutando lo sviluppo ottimale della microcircolazione sanguigna”.

Finora non è completamente chiaro cosa renda gli anziani di Acciaroli tanto speciali, ma il segreto della loro longevità potrebbe essere legato sia alla dieta che al costante esercizio fisico. Tendono infatti a nutrirsi prevalentemente di pescato locale, olio d’oliva, frutta e verdura di produzione propria, ma anche di tanto rosmarino – spezia conosciuta per il suo contributo alle funzioni cerebrali – e numerose erbe locali.

Inoltre, gli anziani della regione si dedicano da secoli a un costante esercizio fisico: fanno giardinaggio e percorrono su e giù le ripide strade del paese.

Gli scienziati sono positivamente colpiti dalle loro scoperte: “Abbiamo riscontrato che queste persone non soffrono delle classiche malattie croniche che vediamo negli Stati Uniti, come quelle cardiache, l’obesità e il Morbo di Alzheimer. Abbiamo anche notato come non soffrano di cataratta. La maggior parte degli ultraottantenni americani ne soffre. Qui non ne abbiamo visto nessuno”.

Il prossimo passo della ricerca comporterà uno studio completo di tutti i centenari della zona. Avete idea di quanto siano? Ben 2000! Impressionante per un piccolo e appartato villaggio in Italia.