Micro-birrifici artigianali in Italia: grande birra, grande successo
19 Feb

Micro-birrifici artigianali in Italia: grande birra, grande successo

L’Italia ama la birra italiana. Secondo una recente indagine condotta da Coldiretti, nel 2017 il consumo di birra inglese nel Paese è calato del 79% e anche quello di birra tedesca ha fatto un balzo all’indietro, con una flessione del 31%: insieme, esse rappresentavano ben 1/3 della birra straniera consumata nel Belpaese.

In sostanza, questo significa che gli italiani amano sempre di più la birra italiana.

Coldiretti afferma: “Si tratta di un segnale di progresso del Made in Italy, grazie specialmente alla rete di birrifici artigianali”. Questi erano solamente 113 nel 2008, mentre oggi hanno raggiunto l’impressionante numero di 718 sull’intero territorio nazionale, registrando un incremento del 535% nell’ultimo decennio e una produzione stimata di circa 50 milioni di litri.

Gli italiani, in generale, adorano la birra: secondo l’ISTAT, il consumo medio pro-capite della celebre bevanda ambrata in Italia è circa di 31,5 litri l’anno. Un vero record!

“Negli ultimi anni la produzione dell’artigianato Made in Italy è stata assai diversificata, con numerosi esempi di innovazione: dalla birra alla canapa a quella aromatizzata al carciofo proveniente dalla Puglia”, spiega Coldiretti, sottolineando che gli italiani sono molto originali quando si tratta di aromatizzare le loro birre: amarene, radicchio rosso e riso sono soltanto alcuni dei tanti ingredienti utilizzati.

“Oltre a contribuire all’economia, la birra artigianale rappresenta anche un forte impulso all’occupazione nel Paese, specialmente per le persone sotto i 35 anni che sono i professionisti più attivi in questo settore, con innovazioni profonde che spaziano dalla certificazione dell’origine del prodotto sino al KM0”.

Infine, Coldiretti afferma che il settore della birra italiana sta portando alla nascita anche di nuove figure professionali. La più importante è probabilmente il sommelier della birra, uno specialista che conosce tutte le basi storiche dei vari stili di birra ed è in grado di interpretare, attraverso le tecniche opportune, tutti gli elementi identificativi della bevanda in termini di stile, gusto, corposità e colore.